Scopri tutta la community

Albavilla Green Land

Albavilla

È un comune italiano di circa 6500 abitanti della Provincia di Como in Lombardia.
Albavilla, in maniera non dissimile a tutto il Piano d’Erba, conosce la presenza dell’uomo sin dalla Preistoria, come attestano i reperti rinvenuti nel Buco del Piombo. Anche i ritrovamenti riconducibili alla dominazione romana, tra cui monete, utensili, anfore, bronzi e terrecotte, sono abbondanti. In epoca medioevale è il passaggio del Barbarossa a segnare profondamente la località. Nella frazione di Carcano, infatti, sono rintracciabili i resti di quel suo Castello dove si asserragliarono i militi in ritirata. Anche della dominazione napoleonica rimangono tracce: basti pensare all’Alpe del Viceré, l’altopiano che si allarga dai contrafforti del Monte Bolettone (comodamente raggiungibile dal paese attraverso una strada percorribile anche in automobile) e che deve il suo nome a Eugenio di Beauharnais, Viceré d’Italia e figliastro di Napoleone. Da sempre meta di villeggiatura, oggi più che mai per i milanesi in particolare, Albavilla già dal nome (il termine “villa” indica una residenza vacanziera) ben si presta ad identificarsi come località di soggiorno in una zona di pascoli montani. Per non tralasciare la cultura popolare, come non menzionare l’antico proverbio “quand al vegn la fous d'està, la stagion la va a maa.”, che si ricollega ad un elemento centrale dei territori brianzoli, quello dell’acqua. Secondo il detto, la stagione non sarebbe stata propizia qualora l’acqua fosse passata nel “fous” durante l’estate. Il “fous” (la foce), situato nel centro storico, è un antico lavatoio utilizzato in passato per il lavaggio del bucato.